Il posizionamento telo impermeabile post franamento arginale sul T. Brana ad Agliana (PT)

Prossimi alla firma della nuova convenzione, Genio Civile Valdarno Centrale della Regione Toscana e Consorzio di Bonifica Medio Valdarno intervengono congiuntamente su un paio di criticità particolarmente urgenti verificatesi dopo le piogge di Natale.

Brana ad Agliana (PT) e Agna a Montemurlo (PO): su questi due corsi d’acqua il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, in accordo con il Genio Civile Valdarno Centrale della Regione Toscana, è intervenuto d’urgenza con due operazioni di pronto intervento resesi necessarie per assestare e poi riparare due condizioni di elevata criticità.

Sulla Brana, nello specifico, si tratta di un dissesto dell’arginatura sinistra all’altezza di via Palaia, in località “Il Mulo” nel comune di Agliana (PT), della lunghezza di circa 20 metri e riguardante anche la sommità arginale e considerata anche la stagione invernale in corso, con la probabilità di nuovi eventi di piena nel breve periodo, si è ritenuta necessaria l’attivazione di un intervento urgente, direttamente a cura del Consorzio, finalizzato alla sistemazione del corpo arginale ed al ripristino di condizioni di sicurezza sul tratto.

Sull’Agna, altro dissesto dell’arginatura sinistra all’altezza di Via Puccini, nei pressi dell’impianto dell’Agnaccino, in località Oste, nel comune di Montemurlo (PO) questa volta a causa del crollo del vecchio muro di sponda lato fiume; anche in questo caso, considerata la stagione invernale e la probabilità di nuovi eventi di piena nel breve periodo, il Consorzio è già intervenuto d’urgenza andando a movimentare i materiali crollati in alveo perché non costituissero ostacolo al deflusso delle acque e posizionando un telone impermeabile per non aggravare la situazione in attesa dell’intervento di rispristino che sarà condotto dal Genio Civile.

“Una rodato rapporto di collaborazione e sussidiarietà che va avanti positivamente ormai da molti anni – commenta il Presidente del Consorzio di Bonifica Marco Bottino – come dimostrano anche queste ultime lavorazioni eseguite già in anticipazione al perfezionamento formale della convenzione per cui la Regione si avvale di mezzi e uomini del Consorzio di Bonifica per il pronto intervento idraulico”.