Collaborazione Unione Comuni-Consorzio Bonifica, investimento da 185.000 euro

E’ da poco iniziato l’intervento di mitigazione del rischio idraulico nel centro abitato di Sagginale, nel comune di Borgo San Lorenzo. Un intervento prioritario per la sicurezza idraulica, che rientra nella programmazione zonale per un investimento di 185.000 euro, richiesto dal Comune e reso possibile dalla collaborazione tra l’Ufficio Bonifica dell’Unione Comuni Mugello ed il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno. Attualmente si sta eseguendo l’allargamento della sezione fluviale del torrente Corolla in prossimità del vecchio ponte di via di Corolla, che nel frattempo è stato demolito. Il ponte verrà quindi ricostruito in modo da non ostacolare il deflusso delle acque in caso di piena. Sempre nel torrente si realizzerà il ripristino della palificata esistente a protezione della sponda sinistra, tra il nuovo ponte e il fiume. Dopodiché si procederà alla messa in opera di valvole antireflusso in corrispondenza della confluenza in Sieve di alcuni fossi, al fine di limitare gli effetti delle piene.
In corso anche interventi di manutenzione ordinaria sul fiume Sieve, torrente San Godenzo, fossi di Falgano, Gamberari e Visarno, borro del Mandrilla nei comuni di Rufina, San Godenzo, Pelago e Pontassieve, mentre sono terminati quelli di ristrutturazione e messa in sicurezza di una briglia sul torrente Cornocchio in località Sant’Agata, nel comune di Scarperia e San Piero, e le manutenzioni ordinarie dei torrenti San Godenzo e Rufina, dei fossi di Pietramara, di Castellina, del Palagio, Casale, della Topaccia nei comuni di San Godenzo e Rufina. Sono invece appaltati e di prossimo avvio i lavori per il consolidamento della sponda destra del torrente Carza a San Piero a Sieve ed interventi per la messa in sicurezza ed il mantenimento in efficienza del torrente Stura e fosso di Terzalla all’interno del centro abitato di Barberino di Mugello.
“L’intervento è finalizzato a ridurre il rischio idraulico dell’area ed in particolare dell’abitato di Sagginale, che nel 2014 venne allagato in seguito allo straripamento della Sieve, con forti disagi subiti dai cittadini – sottolinea il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni -: progetto ed esecuzione sono a cura del nostro Ufficio Bonifica mentre il finanziamento arriva dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno nell’ambito della programmazione delle opere. Si tratta di una priorità per la sicurezza idraulica del territorio e di quest’area in particolare”. In caso di piena della Sieve riveste un ruolo attivo il piano di laminazione per l’invaso di Bilancino: “Il Comune di Borgo e l’Unione hanno costantemente sollecitato la Regione ad assumere il piano – afferma il presidente Omoboni -, che è operativo, con modalità di gestione che assicurano una maggiore sicurezza per l’area di Sagginale”.