Riguardano la sicurezza idraulica: si rinnova la collaborazione fra Consorzio di Bonifica e Unione dei Comuni.

Ammonta a per 1.219.000 euro il Piano delle attività di Bonifica 2021 per le aree del Mugello e della Valdisieve. Gli interventi di sicurezza idraulica sono progettati e appaltati dall’Unione dei Comuni del Mugello con finanziamenti derivanti dal contributo di bonifica, come previsto nella convenzione tra l’ente mugellano e il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno. Nello specifico, per un importo complessivo di 450.000 euro saranno realizzati interventi di sfalcio e rimozione di vegetazione infestante e piante pericolanti, per il mantenimento della funzionalità idraulica lungo tratti fluviali presso centri abitati ed aree ad elevata fruizione, mentre per un totale di 425.000 euro si effettueranno interventi di contenimento della vegetazione ripariale, mediante taglio di alberature morte, pericolanti o comunque dannose per la stabilità di sponde e scarpate fluviali, oltre a risagomature localizzate dell’alveo dove sarà necessario; in queste ultime risorse sono ricompresi 155.000 euro per lavori affidati a coltivatori diretti, con i quali la collaborazione è sempre proficua. Previsti, ancora, 190.000 euro per due interventi localizzati, una difesa spondale sul fiume Sieve a Vicchio ed una soglia di fondo sul Torrente Moscia a Londa, oltre a 30.000 euro per la progettazione di un intervento di messa in sicurezza del tratto urbano del Fosso Rimorelli, nel comune di Borgo San Lorenzo. A interventi “incidentali”(somme urgenze o segnalazioni) sono destinati 124.000 euro.

“Nel piano annuale sono previsti diffusi interventi sul territorio – sottolinea l’assessore alla Bonifica Paolo Omoboni -, di salvaguardia idraulica e di manutenzione dei corsi d’acqua, dal fiume Sieve a torrenti e fossi. Questo tipo di interventi effettuati con regolarità, come facciamo, consentono di mantenere un corso regolare delle acque e quindi un territorio che sia sicuro. Un monitoraggio costante e un’attività capillare – sottolinea ancora -, che attuiamo grazie al lavoro dei nostri uffici e tecnici e in collaborazione con il Consorzio di Bonifica ”.

Recentemente il Consiglio dell’Unione dei Comuni ha approvato il rinnovo della convenzione tra l’ente mugellano e il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno che consente di proseguire la collaborazione nella gestione dell’attività di bonifca sul territorio. L’Ufficio Tecnico dell’ente cura la programmazione annuale in base alle priorità ed esigenze segnalate dai singoli comuni ed anche dai cittadini, nonché la progettazione ed esecuzione degli interventi. La programmazione è poi trasmessa al Consorzio di Bonifica per l’inserimento nel piano generale dell’attività di bonifica con i relativi finanziamenti, per essere successivamente approvata dalla Regione Toscana. Per nuove opere o opere di manutenzione straordinaria, si prevede, di volta in volta, la stipula di specifici accordi.

“Il modello toscano della bonifica ha previsto che siano i Consorzi a fare da riferimento anche per le zone montane, raccogliendo il contributo e organizzando insieme alle strutture tecniche locali gli interventi necessari sul territorio – spiega il Presidente del Consorzio di Bonifica Marco Bottino -. In questi ultimi anni – continua – questa sinergia positiva con l’Unione ha permesso di investire sul territorio del Mugello Valdisieve più di un milione di euro l’anno in sicurezza idrogeologica andando a risolvere molte criticità idrauliche e rendendo la Sieve e i suoi affluenti sempre più sicuri e belli”.

“Si rinnova la sinergia fra presidio del territorio assicurato dall’Unione e il Consorzio che ha finora rappresentato un modello efficace di affrontare la manutenzione del reticolo idraulico – dichiara il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Philip Gian Piero Moschetti -, per la sicurezza idraulica di Mugello e Valdisieve”.