Lavori di manutenzione ordianria eseguiti dal Consorzio nel 2018

La Regione Toscana finanzia buona parte della progettazione per le opere di contenimento delle piene a monte dell’autostrada e del quartiere di Vingone. Il progetto del Consorzio di bonifica Medio Valdarno entro il 2021

Al via la progettazione del Consorzio di Bonifica Medio Valdarno per la messa in sicurezza del fosso Ghindossoli, contro il rischio di allagamenti sull’autostrada A1 e in zone del quartiere Vingone tra cui via di Triozzi. La progettazione esecutiva, che sarà redatta dal Consorzio di bonifica Medio Valdarno entro il 2021, è finanziata per 40 mila euro dalla Regione Toscana tramite il Documento di difesa del suolo Dods 2021, su un costo complessivo di 50 mila euro. L’opera, per quale sarà necessario un investimento di oltre un milione di euro a carico soprattutto della Regione Toscana e del Consorzio di Bonifica, consisterà in una cassa di laminazione a monte dell’intombamento del fosso, per contenere la portata d’acqua in occasione delle piene e scongiurare così il rischio di allagamenti nelle zone in cui il Ghindossoli scorre intombato sotto terra.

“La Regione è fortemente impegnata per la messa in sicurezza dei nostri territori sotto l’aspetto del rischio idraulico”, dice l’Assessora all’Ambiente e alla Difesa del suolo Monia Monni, “Con l’approvazione del Dods 2021 abbiamo stanziato 4,5 milioni di euro per l’anno 2021, tra queste opere è stata finanziata al Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, per 40 mila euro la progettazione esecutiva per un intervento di mitigazione del pericolo idraulico sul Ghindossoli, un rio che ha sempre creato criticità alle popolazioni che vivo nei pressi. I nostri uffici sono a disposizione del Consorzio e del Comune per contribuire fattivamente alla progettazione, così da poter prevedere prima possibile la realizzazione delle opere necessarie”, aggiunge l’Assessora, “la progettazione sarà realizzata dal Consorzio di bonifica Medio Valdarno che ringrazio per la professionalità e per il lavoro che svolge per tenere in sicurezza i nostri torrenti”.

“L’inizio della progettazione per la cassa di laminazione del torrente Ghindossoli è un’ottima notizia – dice il Vicesindaco e assessore alle Opere pubbliche Andrea Giorgi – si tratta di un’opera importante per l’assetto idrogeologico, in una delle situazioni più soggette a rischio allagamenti del nostro territorio. Sono progetti ed interventi come questi che rendono la nostra città, i nostri quartieri e le zone extraurbane sempre più sicure anche in occasione di eventi di portata straordinaria; negli ultimi anni abbiamo dato soluzione a molte situazioni delicate soprattutto per quanto riguarda il torrente Vingone, con questa progettazione affrontiamo finalmente i disagi causati dal fosso Ghindossoli sia nella zona di via di Triozzi, sia sull’autostrada A1, per questo motivo ringraziamo fin da ora la Regione Toscana e il Consorzio di bonifica”.

“È grazie anche all’interessamento e alle idee progettuali che già da tempo il Consorzio aveva elaborato per risolvere le criticità del tratto finale del torrente che abbiamo ottenuto il finanziamento necessario per la stesura di un vero e proprio progetto entro la fine del 2021 – spiega il Presidente del Consorzio di bonifica Marco Bottino – Servirà poi ancora un bel lavoro di squadra con il Comune e la Regione per individuare le risorse economiche necessarie per passare ai lavori veri e propri”.