Non sono state rilevate evidenze e dunque, arrivato il via libera da parte della Soprintendenza, si comincia con i movimenti terra.

Procedono con regolarità i lavori per le nuove aree di laminazione Bramasole e SNAM nella bassa Val di Pesa a Montelupo Fiorentino. Recintata l’area di cantiere, si è proceduto nella zona denominata Bramasole valle all’esecuzione dei saggi archeologici che non hanno riportato alla luce alcun ritrovamento, tanto che la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato ha già rilasciato il via libera alla prosecuzione dei lavori.

L’intervento va dunque avanti senza intoppi ed entra così nella vera e propria fase di movimentazione delle terre per abbassare il piano interno e realizzare gli argini di contorno all’area allagabile. Prossimi passi saranno ora i saggi preliminari all’eventuale bonifica bellica nelle aree denominate Bramasole monte e SNAM e poi, in caso di esito negativo, anche in questo caso, via alla movimentazione terre.

“Il Consorzio ha avviato le prime fasi esecutive delle lavorazioni con grande dinamismo e determinazione – è il commento del Presidente del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno Marco Bottino – un modo di lavorare, con professionalità e passione, che ci contraddistingue da sempre e che, specie negli ultimi anni ha dato sempre buoni frutti”.