Intervento sul guado di Via di Tizzano 06/12

Le squadre di reperibilità del Consorzio di Bonifica hanno lavorato e stanno lavorando per tenere sotto controllo i livelli di fiumi, torrenti e rii e vigilare sul corretto funzionamento delle opere e sistemazioni idrauliche e degli impianti idrovori in pianura.

Situazione sotto controllo, al momento, sui corsi d’acqua facenti parte del reticolo idrografico del Medio Valdarno (Firenze, Prato, Pistoia, Val di Bisenzio, Mugello e Val di Sieve, Chianti e Valdelsa).

Tecnici ed operatori del Consorzio si sono attivati fin dalla giornata di sabato per il consueto servizio di reperibilità che serve a tenere sotto controllo i livelli di fiumi, torrenti e rii e vigilare sul corretto funzionamento delle opere e sistemazioni idrauliche e degli impianti idrovori in pianura.

Nella giornata di sabato 5 dicembre i livelli maggiori si sono registrati sull’Ema che in mattinata di oggi ha toccato il secondo livello di guardia a Grassina, mentre nel pomeriggio e sera si è assistito al passaggio delle piene dell’Arno a Firenze, Signa ed Empoli appena sopra il primo livello di guardia e di Bisenzio e Ombrone prossimi anch’essi al primo livello di guardia. In funzione i primi impianti idrovori a servizio dello scolo meccanico dei canali di bonifica della Piana Fiorentina e Pistoiese: Viaccia, Fosso di Piano, Senice; la notte non ha visto poi precipitazioni sul comprensorio così abbondanti quanto previste. Nella giornata odierna, 6 dicembre, nuovo giro di ricognizione e alcuni piccoli interventi per la rimozione di ostacoli localizzati al regolare deflusso delle acque.

Di seguito la galleria fotografica del Consorzio di Bonifica Medio Valdarno dal territorio.