“Ecotoni” è l’ultima di una lunga serie di collaborazioni fra il Consorzio di Bonifica e Carlo Scoccianti del WWF per restituire un alto grado di naturalità e di bellezza alla Piana Fiorentina, agendo nell’ambito delle nuove casse di espansione idraulica.

Sabato 29 febbraio, a partire dalle ore 10.00 sarà inaugurata nell’Area di Ponte a Tigliano (Prato) la nuova opera ambientale di Carlo Scoccianti, biologo, da molti anni impegnato in una nuova sperimentazione ecologica e artistica che si traduce nella realizzazione di nuovi vasti ambienti naturali.

L’evento è promosso dal Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno e dal WWF in collaborazione con i comuni di Prato e Poggio a Caiano.

Ecotoni  è la prima opera di Scoccianti realizzata nell’area pratese, oltre il Ponte Manetti, nell’area di Ponte a Tigliano, mentre è l’ultima di una lunga serie di collaborazioni fra il Consorzio di Bonifica e il WWF per restituire un alto grado di naturalità e di bellezza alla piana fiorentina, agendo nell’ambito delle nuove casse di espansione idraulica. Con questo nuovo intervento gli uccelli migratori, come migliaia di altre specie avranno a disposizione un’altra importante area ove soffermarsi e trovare rifugio mentre i cittadini troveranno invece un luogo di rara bellezza dove godere il nuovo paesaggio naturale incastonato nello straordinario contesto storico posto fra la Villa Medicea di Poggio a Caiano, la Fattoria Medicea con le Cascine di Tavola e il Barco Mediceo di Bonistallo.

Programma

Ore 10.00 – Scuderie Medicee, Poggio a Caiano, (PO)

Presentazione del progetto: interverranno i Sindaci di Prato e Poggio a Caiano, il Presidente del Consorzio di Bonifica, la Direttrice del Centro Pecci e l’autore dell’opera

Ore 11.30: visita dell’opera con ritrovo al parcheggio del parco del Barco Mediceo, in viale Regina Margherita – Poggio a Caiano (PO)

Per maggiori informazioni: www.artlands.net