Fermulla: la briglia durante i lavori

Il Consorzio di Bonifica fa il punto della situazione sugli ultimi interventi di sistemazione idraulica sui corsi d’acqua quarratini; Marco Bottino, Presidente CBMV: “La manutenzione costante è la nostra forza ed è fondamentale per la sicurezza idraulica dei territori”.

Ormai praticamente ultimato l’intervento sul Torrente Fermulla a Quarrata, dove però resta da intervenire nuovamente per chiudere alcune tane di animali che purtroppo sono tornati sugli argini del corso d’acqua per scavare i loro rifugi.

Sul Fermulla il Consorzio ha lavorato al risanamento del muro in sinistra idraulica a monte di Via San Lorenzo, alla risistemazione di una briglia a valle di Via San Lorenzo con ricostruzioni in pietra e stuccature, alla messa in opera di nuove portelle a clapet agli scarichi stradali e al ricentramento d’alveo, senza asportazione di materiale all’esterno, al fine di regolarizzare il corso e prevenire lo scalzamento dei muri presenti; operazione, questa, che insieme al nuovo intervento sulle tane di animali, proseguirà ancora verso monte quando le condizioni del corso d’acqua lo permetteranno.

Sempre sul Fermulla il Consorzio sta anche dialogando con la Regione Toscana per la progettazione di un intervento strutturale di sistemazione dell’arginatura sinistra per tutto il tratto compreso tra Via San Lorenzo e Via Santa Lucia.

Ma la stagione della riqualificazione dei tratti urbani dei corsi d’acqua di Quarrata ha interessato questa estate anche il Rio Falchereto con il ricentramento dell’alveo subito a monte del centro urbano, la ricavatura del fondo, il consolidamento di un tratto di arginatura, il ripristino della rampa di accesso e la ricostruzione di due manufatti di scarico di fosse campestri con nuova tubatura e rinforzi in scogliera.

Sempre sul Rio Falchereto è in corso un intervento di rifacimento di un tratto dell’arginatura destra in prossimità della confluenza col Torrente Stella così come concordato dal Consorzio con l’ufficio di Pistoia del Genio Civile Valdarno Centrale della Regione Toscana.

Nel prossimo futuro invece il Consorzio ha in programma il risanamento del muro interno in destra idraulica del Fosso di Lucciano a monte di Via Covona e, in collaborazione con il Comune, la riparazione di alcuni franamenti che hanno coinvolto una briglia e che pregiudicano la stabilità della sovrastante Via di Lucciano.

Intanto proseguono secondo i tempi stabiliti i più grandi cantieri sulla Senice, per il potenziamento del sistema di pompe idrovore e sull’Ombroncello per l’allargamento della sezione d’alveo e la realizzazione di una nuova area di espansione.