Prima - Fosso su via Fattucchia

Tecnici ed operai impegnati in sopralluoghi, ricognizioni e interventi più urgenti sul reticolo idraulico in coordinamento con il Genio Civile della Regione Toscana.

A seguito degli eventi meteo del 15 e 18 agosto anche gli operatori e i tecnici del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno hanno lavorato ininterrottamente dalla mattina alla sera in una corsa contro il tempo e in stretto coordinamento con il Genio Civile Valdarno Superiore, gli amministratori e i tecnici comunali.

Già nelle giornate del 16 e 17 sono state visionate e prontamente risolte le principali criticità di scorrimento idraulico dovute all’accumulo di detriti agli imbocchi delle tombinature principali tra cui in particolare nel Comune di Bagno a Ripoli a Grassina sui fossi che scendono in zona via Fattecchia, in via delle Quercioline e in Via Montauto e ad Antella sul Borro delle Serre per la ripulitura del pettine appositamente progettato per fare da filtro dei materiali trasportati dalle piene. Di qui poi si è lavorato per due giorni sul Rio di Sezzatana, nella zona di Cintoia, altro luogo particolarmente interessato dagli effetti delle precipitazioni e della piena con conseguente trasporto solido di ciottoli delle dimensioni anche di un metro di diametro. Interventi di ripulitura sono stati eseguiti anche alle bocche tarate delle briglie sul Torrente Vingone e sul Borro soglia a Scandicci.

Le nuove piogge cadute il 18 agosto hanno dunque trovato molte delle principali criticità idrauliche già prontamente risolte ma questa volta è stato forse più il vento a causare nuovi problemi sul reticolo di tutto il Medio Valdarno; segnalazioni di alberi caduto si sono registrate un po’ ovunque e anche in questo caso si è proceduto e si sta procedendo secondo un ordine di priorità dettato dal grado di rischio idraulico di ciascun luogo.

Sono già state rimosse e depezzate le piante ad Antella sul Borro delle Serre e presso il campo sportivo della USD Antella; eliminate piante traversate anche sul Vingone a Scandicci, sul Fosso Osmannoro, lungo la via Lucchese e nelle prossime ore e giorni, secondo capacità tecnico-operative, si procederà con altri interventi di carattere forestale e civile su tutto il reticolo.