Torrente Ombrone nel pomeriggio

L’odierna allerta meteo ha già colpito duro a #Pistoia e #Prato e i temporali si stanno spostando anche su #Firenze con piogge molto intense concentrate in pochissimo tempo con gravi ricadute sui torrenti e fossi minori; il Consorzio sta monitorando la situazione con tecnici ed operatori sul campo e in contatto con Genio Civile Regione Toscana, Protezione Civile, Comuni

Il Consorzio di Bonifica sta lavorando in stretto contatto con il Genio Civile della Regione Toscana, Protezione Civile e Comuni per seguiore l’andamento e le serie ripercussioni sul reticolo idrgrafico minore e sulle opere di suo contenimento dell’ondata di maltempo con forti acquazzoni e temporali molto concentrati nel tempo e nello spazio che si sono abbattuti e si stanno abbattendo sulla parte nord del Comprensorio spostandosi al momento verso est da Pistoia, Prato e poi Firenze.

Stella e Calice hanno superato il secondo livello di guardia ma con lo spostarsi della perturbazione si è al momento arrestata la salita, e anzi cominciano a scemare i loro rispettivi livelli idrometrici. Bisenzio in rapida ascesa, oltre il primo livello, ma anch’esso ora di nuovo in calo. Esondano sopra il massimo contenibile Ombroncello, Bollacchione, Acqualunga.

Il Consorzio sta seguendo e verificando le segnalazioni ricevute tra cui in particolare: problemi arginali sul Rio di Casale in località Casalguidi; problemi arginali sul Torrente Stella in sx idraulica a monte di Ponte Stella; esondazione del Rio Mandrione in località Masotti, nel comune di Serravalle Pistoiese.

Tecnici ed operatori consortili, pur non facendo parte del sistema di Protezione Civile a cui si invita a rivolgersi prioritariamente durante il verificarsi di tali eventi, stanno contribuendo alla gestione dell’emergenza mettendo a disposizione le proprie conoscenze, capacità, mezzi ed attrezzature.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO (ore 14 del 02/12/2019)

Al momento tutti i tecnici ed operatori in servizio sono sulle principali opere idrauliche per il contenimento delle piene come case di espansione ed impianti idrovori per aprire o verificare il corretto funzionamento dei sistemi scolmatori.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO (ore 15 del 02/12/2019)

Il passaggio delle precipitazioni più forti si sposta rapidamente verso est, in uscita dal territorio del Comprensorio Medio Valdarno. Continua il monitoraggio della situazione da parte dei tecnici del Consorzio; il Presidente Marco Bottino, è sul territorio pistoiese e pratese in stretto contatto con le Amministrazioni Comunali: “Si è trattato di un evento molto concentrato nel tempo e nello spazio, con fenomeni temporaleschi anche oltre le previsioni dettate, ovviamente, da osservazioni e modelli matematici non sempre in grado di descrivere chiaramente gli effetti al suolo e sul reticolo minore delle perturbazioni”.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO (ore 15 del 02/12/2019)

A seguito del passaggio dell’ondata di maltempo il servizio di reperibilità del Consorzio sta continuando a seguire le principali situazioni di criticità (modeste rotture arginali) e le casse di espansione come Ponte alla Vanne e gli impianti idrovori di propria gestione tra cui in particolare le pompe nell’area di cantiere tra la Senice e il Quadrelli (vedi foto) e lo farà per tutta la serata e la nottata in attesa, domani, di effettuare la ricognizione e gli interventi più urgenti su tutta la porzione nord del Comprensorio.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO (ore 19 del 02/12/2019)