Confluenza Calice Brana alle ore 8 del 22.12.2019

Sono cessate le piogge, sta passando la piena dell’Arno. Il reticolo idraulico ha retto, anche se molte opere risultano danneggiate. Il Consorzio all’opera per riparare un argine sull’Acqualunga. Tecnici ed operatori consortili dalla scorsa notte sul territorio per monitorare la situazione di impianti e corsi d’acqua.

Attivate fin dalla mattinata le pompe idrovore della Senice che scaricano nel Quadrelli a Quarrata; sono poi entrati in funzione gli impianti idrovori di Castelletti e di Crucignano. Nel pomeriggio è attesa una piena dell’Arno, che ha già raggiunto il primo livello di guardia a Uffizi e Ponte a Signa e nel Valdarno continua a salire ancora, per cui il Consorzio ha fatto entrare in funziona anche l’impianto idrovoro della Viaccia per smaltire le acque della Piana in vista di un Arno particolarmente alto. Il personale del Consorzio sta monitorando il funzionamento di tutti gli impianti per alleggerire il sistema in vista delle piogge previste nella notte. Al momento non si segnalano danni o problemi sul reticolo di gestione.
AGGIORNAMENTO 21/12/2019 ORE 16:30.

Dopo un primo stop nella tarda serata di ieri le piogge sono tornate ad essere intense e diffuse su tutto il comprensorio Medio Valdarno nella notte e fino alle prime luci dell’alba di domenica. portando l’Ombrone di nuovo sopra il primo livello di guardia e a Pontelungo anche oltre il secondo livello. Il Bisenzio ha superato il primo livello di guardia a Gamberame (Vaiano) per poi spostare via via l’ondata d piena verso valle. Anche la Marina è sopra il primo livello di guardia. La Brana a Ponte dei Geli è in crescita, lo Stella a Quarrata ha superato i 3 metri, il Calice fra Prato e Agliana pare già discendere.
Scenario dunque di grande preoccupazione alle prime luci dell’alba di domenica durante la quale è però previsto che la pioggia possa cessare.
Per quanto riguarda le ripercussioni su argini ed opere idrauliche si segnala che l’Acqualunga ha rotto l’argine sinistro su via di Garcigliana a Agliana; l’acqua si è unita a quella della Settola, interessando però la viabilità e alcune abitazioni. Continua il lavoro di monitarggio e di massima disponibilità tecnica operativa da parte del Consorzio, in stretto contatto con il Genio Civile e le Amministrazioni Comunali.
AGGIORNAMENTO 22/12/2019 ore 8:00

Un escavatore del Consorzio di Bonifica è già all’opera per ripristinare l’argine sull’Acqualunga che ha ceduto stamani nel tratto su via Garcigliana ad Agliana. Sul posto anche il Genio Civile ed il personale del Comune di Agliana.
Le squadre del Consorzio continuano a vigilare sul reticolo, con particolare attenzione ai corsi d’acqua della piana pistoiese, dove è stata aperta la cassa di Ponte alle Vanne:quest’opera, a differenza delle casse a soglia fissa, è dotata di paratoie mobili che permettono di decidere momento e livelli di invasamento.
Anche il nuovo impianto di pompaggio sulla Senice continua a lavorare dalle prime ore di stamani tenendo sotto controllo la rete di acque basse di Quarrata.
“La situazione è sotto controllo, ma sono già evidenti i danni alle arginature che questo ennesimo evento ha provocato. E’ una situazione straordinaria che necessita della dichiarazione dello stato di emergenza per avviare subito i lavori di ripristino” ha dichiarato il presidente Marco Bottino,impegnato nei sopralluoghi insieme ai tecnici consortili.
AGGIORNAMENTO 22/12/2019 ore 11:00

Non piove più da alcune ore e intorno alle 13.00 l’onda di piena del Bisenzio è arrivata in Arno a Signa, nella zona dei Renai. Come già successo lo scorso 2 dicembre, il Bisenzio ha invasato nei laghi dei Renai.
In questi minuti sta passando a Firenze la piena dell’Arno, che ha abbondantemente superato il primo livello di guardia agli Uffizi, a Montelupo e a Empoli.
Il Consorzio di Bonifica ha terminato l’intervento effettuato in somma urgenza sull’Acqualunga ad Agliana per riparare una piccola rottura arginale. I tecnici consortili continuano a monitorare la situazione su tutto il pistoiese e sull’asta dell’Arno.
AGGIORNAMENTO 22/12/2019 ore 17:00