Alla mattinata, oltre al Consorzio e ad Eta Beta, hanno preso parte rappresentanti delle amministrazioni dei comuni dell’Empolese Valdelsa per un confronto aperto e sincero con ragazzi che studiano a Empoli ma che provengono da tutto il circondario.

Nelle scorse settimane, nell’ambito della proposta di educazione ambientale promossa e finanziata dal Consorzio ILOVECBMVFLUMINA e nell’ambito di alcuni progetti PON a cui il Consorzio aveva aderito offrendo nell’ambito del programma le proprie professionalità e conoscenze, con il coordinamento dell’Associazione Eta Beta Onlus che collabora con il Consorzio e con il coinvolgimento di diversi istituti scolastici di Empoli, si sono tenuti diversi appuntamenti didattici e formativi in materia di rischio idraulico, gestione delle acque, cambiamenti climatici, storia delle trasformazioni del territorio.

Le lezioni, gli incontri e i laboratori sono stati condotti sia con l’ausilio del tavolo di simulazione fluviale FLUMINA, elemento fondamentale della tappa empolese della proposta ILOVECBMV sia con la consultazione delle antiche mappe settecentesche di proprietà del Consorzio e conservate presso l’archivio storico cittadino con risultati davvero positivi ed interessanti sia per l’apprendimento dei ragazzi che in termini di rielaborazioni d’interesse per l’intera comunità (presentazioni, video, etc.).

Per dare degna conclusione a questo mese di lezioni su temi così importanti, anche alla luce degli eventi meteo che recentemente hanno interessato il territorio, d’accordo con le scuole coinvolte, si è pensato di organizzare un momento di illustrazioni di quanto fatto, restituzione di quanto appreso a cura dei ragazzi e confronto fra ragazzi e amministratori in tema di cambiamenti climatici e futuro del territorio e del pianeta presso l’Aula Magna del Liceo Pontormo a Empoli con i ragazzi delle scuole Pontormo, Ferraris, Busoni, Vanghetti e Baccio da Montelupo.

Alla mattinata, oltre al Consorzio e ad Eta Beta, ha preso parte Lorenzo Nesi, assessore all’ambiente del Comune di Montelupo, in rappresentanza delle amministrazioni dei comuni dell’Empolese Valdelsa, per un confronto aperto e sincero con ragazzi che studiano a Empoli ma che provengono da tutto il circondario.

“Si è trattato di una sorta di evento in stile “Empolese Valdelsa For Future” con il Consorzio e le istituzioni in dialogo insieme ai giovani, sui temi ambientali che ci riguardano tutti” ha spiegato il Presidente del Consorzio Marco Bottino.