I lavori in corso

Il Sindaco di Poggibonsi David Bussagli in un post Facebook ringrazia tutti gli enti coinvolti per la rapidità e l’efficienza dimostrati nel “trovare le risorse, fare la progettazione, ottenere i permessi degli organi competenti e individuare l’impresa per svolgere i lavori”.

“Mezzi in azione sulle sponde dell’Elsa nella zona dei campi sportivi della Virtus. Neppure due mesi dopo la piena dello scorso novembre che aveva pericolosamente eroso l’argine e distrutto parte di una grossa fognatura, sono partiti i lavori. Due mesi per trovare le risorse, fare la progettazione, ottenere i permessi degli organi competenti e individuare l’impresa per svolgere i lavori. Poche ore dopo la piena il Presidente della Regione Enrico Rossi era con noi per fare il punto delle opere da avviare subito, insieme a Simone Bezzini nostro consigliere regionale. Niente “passerelle”, nessuna fotografia, ma un impegno a fare presto e bene. Ed eccoci qua. Grazie ai tecnici e al personale del Comune, al Genio Civile e soprattutto al personale del Consorzio di Bonifica a partire dal suo Presidente Marco Bottino.” Questo il post del Sindaco di Poggibonsi David Bussagli.

Il Consorzio infatti già da qualche giorno infatti sta lavorando con un intervento in somma urgenza, concordato con il Genio Civile, per la stabilizzazione del franamento e la realizzazione di una soglia in alveo per stabilizzare il fondo da nuove erosioni future; il cantiere proseguirà ancora per un’altra settimana per poi lasciare campo al gestore del servizio idrico per il ripristino della fognatura e procedere infine con la rimodellazione di sponda finale.

“Come ha già detto il Sindaco, che ringrazio pubblicamente per i riconoscimenti – commenta il Presidente del Consorzio Marco Bottino – il Consorzio grazie alla riduzione delle competenze e dei passaggi burocratici operata in Toscana nell’ambito della difesa del suolo è riuscito insieme agli altri, pochi, enti interessati a mettere in campo gli escavatori a meno di due mesi di distanza, comprese anche le vacanze natalizie, dal franamento della sponda dell’Elsa a Poggibonsi. Esempio fondamentale di quello che io chiamo il modello toscano della lotta al rischio idrogeologico di cui i Consorzi di Bonifica sono elemento fondamentale per capacità tecniche operative d’eccellenza”.