Scogliera realizzata (dopo)

Il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno è intervenuto nei giorni scorsi per la realizzazione di due nuove protezioni spondali in scogliera

Terzolle a Careggi: continua la manutenzione e riqualificazione del corso d’acqua da monte a valle dell’area ospedaliera.

Il Consorzio, dopo la campagna di stabilizzazione di tutte le murature perimetrali, la creazione di nuove rampe di accesso e guadi per una maggiore e migliore manutenzione del corso d’acqua fiorentino, continua la propria opera di vigilanza e manutenzione dell’alveo e delle pertinenze fluviali.

Questa volta si è trattato di una serie di interventi di manutenzione incidentale, ovvero quell’attività che serve a riparare e sanare eventuali criticità che di volta in volta si possono presentare lungo il reticolo di gestione.

E sul Terzolle, proprio sotto il ponte dell’ingresso logistico per i fornitori dell’ospedale di Via Aselli si erano formate alcune erosioni tali da compromettere magari in futuro la stabilità spondale: per fermarle il Consorzio ha eseguito il ripristino in massi di scogliera.

“Un lavoro classico, tipico della nostra attività di bonifica che ogni volta, secondo le caratteristiche del corso d’acqua, il contesto ambientale circostante e il grado di rischio mette in campo la migliore soluzione d’intervento capace di coniugare sicureza idraulica e rispetto paesaggistico e naturalistico, tipico di un ambiente fluviale di pregio come quello del Terzolle in quel tratto pedecollinare, appena fuori città” così Marco Bottino, Presidente Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno.