Allo Sportello EcoEquo e poi all’istituto tecnico Salvemini la tappa fiorentina del progetto di educazione ambientale che da più di dieci anni è promosso dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno in collaborazione con l’Associazione Eta Beta Onlus.

Si chiama I LOVE CBMV FLUMINA e il nome prende spunto dall’acronimo del Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, dal simbolo usato ormai da anni – un bel cuore disegnato per il Consorzio dal maestro Giuliano Ghelli – e dal nome del laboratorio di simulazione fluvviale messo a disposizione, animato e condotto dall’Associazione Eta Beta Onlus con la quale il Consorzio collabora ormai da diversi anni scolastici.

Per la stagione 2019-2020, dopo la prima tappa nell’Empolese Valdelsa con il coinvolgimento di quasi un migliaio di giovani di diverse scuole medie e supoeriori, il progetto arriva a FIRENZE!

Dal 7 al 10 gennaio presso i locali dello Sportello EcoEquo del Comune di Firenze di via dell’Agnolo 1/c nel complesso de Le Murate si terranno lezioni e laboratori con gli studenti di diverse scuole fiorentine con l’utilizzo del dispositivo di simulazione fluviale FLUMINA di Eta Beta Onlus.

Il progetto è parte di Le Chiavi della città 2019-2020 e si incentra sulla comunicazione del rischio idraulico (esondazioni, alluvioni, frane) e della loro mitigazione grazie all’opera di manutenzione dei territori, mediante un approccio pratico ed il coinvolgimento diretto di tipo ludico-esperenziale.

Il laboratorio può essere visitato, preferibilmente su appuntamento (055 587706), anche da tutta la cittadinanza in orario di apertura dello sportello EcoEquo (martedì – mercoledì – venerdì – sabato dalle 9.30 alle 13.00 e il giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.30).

Lunedì 13 gennaio, infine, chiuderà la tappa fiorentina, un incontro-dialogo sui temi del dissesto idrogeologico e cambiamenti climatici con gli studenti dell’Istituto Superiore Salvemini – Duca d’Aosta di Firenze.