Torrente Greve (dopo)

Interventi appena completati sulla Greve e su un affluente minore in zona campo sportivo

Il Consorzio ha appena ultimato un paio di piccoli ma importanti lavori di sistemazione sul Torrente Greve e su di un fosso minore, nella zona del campo sportivo.

In particolare “il fosso era interessato da fenomeni di sovralluvionamento nella parte alta, favorendo esondazioni verso le abitazioni di via Danimarca, e da fenomeni de erosione regressiva, nella parte bassa, presso la foce in Greve, con destabilizzazione delle sponde e affioramento di sottoservizi” spiegano i tecnici del Consorzio che hanno operato in accordo con il Genio Civile della Regione Toscana. Qui si è intervenuti mediante “stabilizzazione del tratto terminale mediante inserimento di blocchi regolari in scogliera, sia sul fondo che sulle sponde”. Più a monte invece con la “ricavatura del fondo alveo per ripristinale la sezione idraulica con ritracciamento del fosso di guardia a sul piano di campagna di destra, per convogliare le acque superficiali in alveo”.

Sulla Greve i lavori sono serviti “al ripristino e all’integrazione della difesa in scogliera al piede della sponda sinistra, tra la traversa ed il guado, mediante inserimenti di blocchi di pietra sotto e sopra il livello del fondo alveo con modifica della posizione dell’ala destra in
scogliera, all’imbocco del guado, per arrestare il fenomeno di aggiramento e arretramento e riprofilatura della sponda destra, per mantenere una sezione di alveo costante”.

“Questo è il nostro lavoro di manutenzione costante su situazioni non prevedibili o programmabili che fa del Consorzio di Bonifica un ente tecnico-operativo strategico perché a servizio dei territori, delle amministrazioni locali e dei cittadini per la cura del patrimonio ambientale e la difesa dai rischi idrogeologici” è il commento del Presidente del Consorzio Marco Bottino.