I risultati dello studio del Cervap, osservatorio promosso dall’Università degli Studi di Ferrara. Dario Nardella: “Grande lavoro, enorme potenziale che si coniuga con l’ambiente”

Sono Bologna, Milano e Firenze le Città Metropolitane che creano maggiore Valore Pubblico in Italia, cioè che producono un miglioramento del livello di benessere economico, sociale e ambientale delle destinatarie e dei destinatari delle politiche e dei servizi pubblici.

A decretarlo è lo studio dell’Osservatorio sul Valore Pubblico del CERVAP – CEntro di Ricerca sul Valore Pubblico promosso dal Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Ferrara – che ha confrontato le 14 metropoli italiane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Venezia) nel 2017, 2018 e 2019.

“I risultati decretati dal Cervap – commenta Dario Nardella, Sindaco della Città Metropolitana di Firenze – sottolineano non solo il grande lavoro condotto finora ma confortano la prospettiva di realizzare entro il 2030 il piano strategico di sviluppo della Metrocittà gigliata che abbiamo chiamato ‘Rinascimento metropolitano’. La Metrocittà di Firenze è la più piccola città globale del mondo ma tra le più verdi (il 30% della superficie è occupata da attività agricole e il 52% da boschi), con una connessione profonda con le aree di Prato e Pistoia, con cui c’è continuità. C’è un enorme potenziale che si coniuga con la sostenibilità ambientale, grazie alla nostra dimensione e alle modalità di realizzazione delle infrastrutture e dei piani urbanistici”.

“L’Osservatorio costituisce una novità assoluta nel panorama nazionale, anticipando l’imminente entrata in vigore della normativa che introduce il concetto di Valore Pubblico nell’ambito del Piao, Piano Integrato di Attività e di Organizzazione” – spiega il Professor Enrico Deidda Gagliardo, fondatore e Direttore scientifico del CERVAP.

La ricerca ha misurato e valutato il Valore Pubblico creato dalle Pubbliche Amministrazioni di diversi comparti: amministrazioni centrali, enti locali, sanità, istruzione e formazione. L’obiettivo: creare momenti di diffusione e condivisione dei risultati con i policy makers, utenti e stakeholders.

“’Il Valore Pubblico creato dalle Città Metropolitane’ è il primo di numerosi osservatori che il CERVAP sta creando. Si basa su una metodologia di creazione, misurazione e rappresentazione elaborata lungo 20 anni di studi di frontiera sul tema – prosegue il Professor Deidda Gagliardo – Per misurare il valore creato dalle 14 città metropolitane italiane abbiamo utilizzato 88 indicatori di impatto, performance organizzativa e salute delle risorse, rigorosamente caratterizzati da solidità scientifica (certificazione, attendibilità della fonte riproducibilità nel tempo, ecc.).
La classifica finale intende offrire un confronto costruttivo tra le diverse realtà, con l’obiettivo di fornire alla governance politica e manageriale di ogni città metropolitana informazioni mirate sui propri punti di forza e sulle aree di miglioramento”.

“Stiamo lavorando per estendere l’Osservatorio anche ad altri comparti della Pubblica Amministrazione come Ministeri, Regioni, Comuni, Università, Camere di Commercio.
L’utilizzo di tale innovativa metodologia di programmazione, misurazione e rappresentazione, replicabile e standardizzata, può favorire una crescita di sistema dei vari comparti e cluster della Pubblica Amministrazione. Per una sempre maggiore propensione alla generazione di benessere a favore dei propri utenti e stakeholders di oggi e di domani”, conclude il Professor Deidda Gagliardo.

(dal sito web dell’Università degli Studi di Ferrara: https://www.unife.it/it/notizie/2022/vita-universitaria/valore-pubblico-cervap)

Approfondimenti: https://valorepubblico.com/progetto/osservatorio-del-valore-pubblico-il-valore-pubblico-creato-dalle-citta-metropolitane-italiane/#cosa-si-intende-per-valore-pubblico