Fenicotteri alle Morette (foto Claudio Tamburini)

Sono migliaia gli uccelli che in questo periodo sostano in Padule durante il loro viaggio migratorio di ritorno verso le aree di nidificazione

Torna a colorarsi di rosa la Riserva Naturale del Padule di Fucecchio per l’arrivo di una trentina di fenicotteri che vanno ad aggiungersi ad una già straordinaria ricchezza di uccelli acquatici, visibili dall’osservatorio faunistico de Le Morette.

A fare la scoperta è stata la classe prima media dell’Istituto Galileo Chini di Montecatini, accompagnata nell’area protetta dagli insegnanti e da una delle guide ambientali del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio.

Assieme ai fenicotteri per loro è stato possibile osservare Spatole, Aironi, Ibis, Cormorani, Svassi e un coloratissimo assortimento di anatre selvatiche.

Anche la prima visita primaverile all’area Righetti, condotta domenica scorsa da una guida del Centro, si è aperta con una inaspettata sorpresa: l’osservazione di un raro Falco pescatore con la preda fra gli artigli (un grosso pesce appena catturato).

Sono migliaia gli uccelli che in questo periodo sostano in Padule durante il loro viaggio migratorio di ritorno verso le aree di nidificazione.

Grazie agli interventi di gestione effettuati, l’area protetta presenta condizioni ambientali molto favorevoli ad ospitare questi importanti contingenti di uccelli, nonostante le scarse precipitazioni che hanno caratterizzato questa stagione invernale.

Info presso il Centro RDP Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it); il calendario completo delle visite primaverili è disponibile su http://www.paduledifucecchio.eu