Firenze celebra la fiorentinità del genio toscano e lo fa con una mostra che ricorda il legame che Leonardo ha avuto con Firenze.

Nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio da venerdì 29 marzo è visitabile la mostra Leonardo da Vinci e Firenze. Fogli scelti dal Codice Atlantico, rassegna che celebra il cinquecentenario della scomparsa di Leonardo da Vinci avvenuta ad  Amboise nel 1519.  la mostra si propone di ritrovare nei fogli del Codice i tanti richiami al luogo d’origine di Leonardo, mai veramente lasciato e comunque mai dimenticato.

I dodici fogli scelti, che non sono naturalmente gli unici in cui si trovano richiami a Firenze, raccontano vari soggetti: le relazioni di parenti e amici con fatti fiorentini;il Palazzo della Signoria, i Medici, Santa Maria Nuova,l’Arno e la cartografia idraulica nel territorio fiorentino, gli studi sul volo e sulla geometria.

Chiude l’esposizione un solo quadro, proveniente dalla Pinacoteca Ambrosiana. Si tratta di un dipinto attribuito a uno dei principali allievi di Leonardo, Gian Giacomo Caprotti detto il Salaì, che raffigura il Busto del Redentore.

La mostra è visitabile negli orari d’apertura di Palazzo Vecchio: dal 29 al 31 marzo dalle 9 alle 19, dal 1° aprile al 24 giugno tutti i giorni dalle 9 alle 23, tranne il giovedì, dalle 9 alle 14. La biglietteria chiude un’ora prima. Si visita con il biglietto di Palazzo Vecchio.

Fonte: Comune di Firenze