Al via dal 19 aprile all’Università un ciclo di eventi sul fiume e i suoi ponti. Per iniziativa di Sistema bibliotecario, Architettura e Agraria

La storia di una città è anche la storia del suo fiume e dei suoi ponti. Prende lo spunto da qui il ciclo di eventi “La città si specchia: dove l’Arno incontra Firenze” organizzato all’Università di Firenze, da aprile a ottobre, per iniziativa della Biblioteca di Scienze tecnologiche, delle Scuole di Agraria e di Architettura e dei relativi dipartimenti (Scienze e tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali – Dagri e Dipartimento di Architettura – Dida).

Il primo nucleo tematico risale alla ricostruzione nel Dopoguerra dei ponti fiorentini, che erano stati distrutti, con l’eccezione di Ponte Vecchio, dai tedeschi in fuga dalla città nell’agosto del 1943. Proprio a questa attività è dedicata mercoledì 19 aprile l’apertura del ciclo con l’incontro “La ferita risanata: la ricostruzione postbellica dei ponti di Firenze” (ore 16,30 – Palazzo San Clemente – Sala archivi, via Micheli, 2 ): partecipano Gianluca Belli (Dipartimento di Architettura), Fortunato Faga (Biblioteca di Architettura) e Giuseppina Carla Romby (Dipartimento di Architettura). Allo stesso argomento è dedicato anche la mostra che si apre nello stesso giorno, sempre a Palazzo San Clemente (Saletta Archispazio), dal titolo “Sui ponti di Firenze: storie di distruzioni e ricostruzioni postbelliche fra le carte di archivio”, con preziosi documenti di archivio della Biblioteca di Architettura, fra cui vari progetti per la ricostruzione dei ponti fiorentini, ad opera di nomi come Riccardo Gizdulich e Giovanni Klaus Koenig (aperta fino al 30 giugno, dal lunedì al venerdì ore 9-18.30).

I ponti fiorentini saranno anche oggetto di visite guidate a cura di Giuseppina Carla Romby del Dida (3 e 8 maggio ore 16, su prenotazione scrivendo a eventibibarc@sba.unifi.it). La ricostruzione del Ponte Santa Trinita è al centro filmato storico “Dov’era e com’era” (regia di Riccardo Melani e Bernardo Seeber – proiezione 17 maggio, ore 17, sempre a Palazzo San Clemente). Inoltre, per la Notte degli Archivi (9 giugno), visite guidate alla Biblioteca di Architettura aperte alla cittadinanza, alla scoperta dei ponti fiorentini.

Il ciclo di appuntamenti proseguirà a settembre con altre iniziative dedicate alla convivenza della città con il suo fiume, tra passato e presente.

Maggiori dettagli e programma completo delle iniziative sul sito dell’Università di Firenze

https://www.sba.unifi.it/n1671.html

fonte: Università di Firenze