I cerchi allagati - febbraio 2019

Con le piogge molto abbondanti dei giorni scorsi, concentrate per quanto riguarda il Medio Valdarno sui bacini dell’Ombrone Pistoiese e del Bisenzio, si sono riempiti anche i cerchi concentrici che si trovano all’interno della cassa di espansione di Olmetti a Campi Bisenzio (FI). Ideati nell’ambito del progetto #Artlands a cura di Carlo Scoccianti, questi disegni in terra che si trovano nella zona più bassa e più umida al centro dell’area destinata ad accogliere le acque di piena per la sicurezza idraulica del territorio, sono stati realizzati grazie alla maestria degli operatori di macchina del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno. Un paesaggio che dunque lega, mischia e confonde l’arte con la difesa del suolo, la campagna con la città circostante, la natura con il territorio fortemente infrastrutturato e antropizzato dei dintorni.

La sistemazione artistica della cassa di espansione di Olmetti era stata inaugurata nell’ottobre 2012 proprio nell’ambito del programma ARTLANDS Tour #1. ARTLANDS “Verso nuove forme di costruzione del territorio” è stata una avanguardistica esperienza di architettura contemporanea degli spazi aperti il cui risultato è stato la trasformazione di vaste superfici, in precedenza degradate o in stato di abbandono o semplicemente destinate a rimanere vuote per motivi appunto di sicurezza idraulica, in nuovi luoghi di valorizzazione del territorio e di tutela ambientale. Il progetto ideato da Carlo Scoccianti, biologo, esperto e specialista WWF nel campo della conservazione delle “zone umide”, nasce infatti dalla volontà di progettare nuove prospettive di vita per alcune aree della Piana Fiorentina attraverso forme di modificazione del paesaggio: a Olmetti ad esempio i cerchi, oltre ad essere paesaggisticamente molto scenografici e curiosi danno vita ad un intervallo ripetuto fra acquitrinio e fasce emerse e asciutte di terreno, particolarmente adatto per attrarre e farvi sostare le specie migratorie.

Per approfondire: www.artlands.net