l Consorzio al lavoro per portare l’argine destro a livelli di stabilità e altezza adeguati. Cucini e Di Vita: “Interventi importanti e indispensabili per prevenire esondazioni”. Investimento di 750 mila euro per la difesa del suolo finanziato dalla Regione Toscana.

Il Consorzio di Bonifica ha dato il via ad un importante intervento di manutenzione straordinaria degli argini del fiume Elsa che prevede il ringrosso del rilevato per una lunghezza complessiva di circa 3.5 km. Il progetto prevede diverse fasi di lavorazione: dapprima si procederà con l’abbassamento del letto del Torrente Agliena, recuperando le terre per effettuare i ringrossi arginali sull’Elsa, poi saranno effettuati anche tagli selettivi delle piante più pericolose, costruito un nuovo muro di sostegno in prossimità delle abitazioni e ripristinati i manufatti antiriflusso come le portelle e le saracinesche.

I tratti interessati dai lavori sono due: dalla Fattoria Bassetto all’ex Molino Landi (oggi Hotel Certaldo) e dalla confluenza del Torrente Agliena con il Fiume Elsa al Podere Le Lame, per un importo complessivo dei lavori di 750 mila euro, interamente finanziati dalla Regione nell’ambito del Documento Annuale per la Difesa del Suolo 2014. L’esigenza di questi lavori era ben presente sia al Consorzio che al Comune di Certaldo, in quanto anche in occasione delle ultime grandi piogge non erano mancati cedimenti e ristagni, seppur localizzati, problemi dovuti soprattutto alle dimensioni ridotte e molto variabili lungo tutto lo sviluppo dell’opera, al malfunzionamento di alcuni manufatti per lo scolo delle acque piovane, alle numerose tane di animali selvatici, come nutrie e istrici.

L’obiettivo dei lavori in corso adesso è quindi, oltre a quello principale di ridurre il rischio di rotture o sormonto in caso di piene rilevanti, creare un passaggio sulla sommità dell’argine per i mezzi operativi del Consorzio in modo tale da poter effettuare agilmente la manutenzione ordinaria e la sorveglianza dell’opera idraulica durante tutto l’anno.

“Il Consorzio ha individuato gli argini dell’Elsa a Certaldo come priorità assoluta per una maggiore sicurezza dell’alta Valdelsa e la Regione ha risposto positivamente, permettendoci finalmente di portare a compimento la progettazione ed avviare lavori molto importanti per una maggiore sicurezza idrogeologica di tutta la zona – spiega il Presidente del Consorzio, Marco Bottino – Questa è una bella dimostrazione del nostro legame con il territorio e delle nostre capacità tecnico-operative”.

“Si stanno concretizzando degli importanti investimenti, che sono il frutto della positiva sinergia tra ente locale, Consorzio di Bonifica, e Regione Toscana che ha finanziato l’intervento – commentano il sindaco, Giacomo Cucini e l’assessore ai lavori pubblici, Piero Di Vita – confidiamo quindi che si realizzino bene ed entro i tempi previsti questi lavori, che sono importanti e indispensabili per dare una maggiore sicurezza sia al nostro territorio che al Fiume Elsa nel suo insieme”.