Prima/Dopo dei lavori in corso oggi

Lavori di risagomatura degli argini dell’Arno che continuano su entrambe le sponde tra Signa e Lastra a Signa, grazie al lavoro diretto degli operatori ed escavatori consortili.

In particolare il cantiere sta ripulendo dai sedimenti, accumulatisi piena dopo piena e non rimossi da decenni, tutte le cosiddette ‘specchiature’ in cemento sulle scarpate arginali e lungo il muro di sponda.

“Un’operazione che oltre a donare maggiore stabilità agli argini e dunque sicurezza idraulica per l’intera area delle Signe, contribuisce ad una vera e propria riqualificazione di uno spazio verde inedito – ribadisce il Presidente del Consorzio di Bonifica Medio Valdarno Marco Bottino – laddove c’erano sabbie, detriti e ahimè anche molti rifiuti urbani adesso restituiremo una lunga passeggiata lungo l’Arno su entrambe le sponde dai Renai a Porto di Mezzo”.

Lavori che accendono la fantasia su eventuali prossimi utilizzi delle sponde signesi e lastrigiane dell’Arno e che risvegliano la curiosità degli appassionati di foto storiche, come il Sindaco di Signa Giampiero Fossi, che ha ritrovato altri scatti di circa 100 anni fa di lavori sull’Arno del tutto simili a quelli di oggi.